Disturbi alimentari, infanzia e adolescenza: rischi e prospettive terapeutiche

Corpi senza pesoAnoressia, bulimia ed altri disturbi alimentari colpiscono il 40% degli adolescenti di età compresa tra i 15 e i 19 anni. Questo il dato diffuso dal prof. Vicari, primario della nostra Unità Operativa di Neuropsichiatria Infantile, in occasione della Giornata dedicata ai Disturbi Alimentari tenutasi lo scorso 15 Marzo.

Il prof. Vicari sottolinea come i rischi legati a tali disturbi siano altissimi: secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità infatti, proprio i disturbi del Comportamento alimentare rappresentano la seconda causa di morte tra gli adolescenti dopo gli incidenti stradali. Ma non finisce qui. Secondo le ultime stime infatti, l'età di esordio di tali disturbi si è addirittura abbassata, con diagnosi e ricoveri che riguardano anche bambini di età compresa tra gli 8 e i 12 anni. Dati allarmanti quindi e che soprattutto devono richiamare l'attenzione sulla necessità di sensibilizzare su tali tematiche genitori e ragazzi. L'intento infatti dovrebbe essere quello di superare il pregiudizio dei ragazzi verso queste malattie e liberare i genitori dal senso di colpa che spesso li paralizza davanti alla malattia dei figli.

A tal proposito è appena uscito nelle librerie italiane "Corpi senza Peso", un libro scritto proprio dal prof. Vicari e da Ilaria Caprioglio, ex modella. Si tratta di una raccolta di testimonianze dirette di genitori e ragazzi che hanno sofferto di disturbi alimentari, della narrazione di un percorso che parte dalla negazione di un distrbo, pass aper il suo riconoscimento per concludersi con la cura e la guarigine possibile. Già, perché guarire da un disturbo alimentare si può.



© RIPRODUZIONE RISERVATA
Ospedale Pediatrico Bambino Gesù - U.O. Neuropsichiatria Infantile